Iscriviti alla newsletter e approfitta
dei vantaggi!

Anche l’occhio vuole la sua parte: cosa non dimenticare in valigia a difesa dei nostri occhi

In viaggio si porta proprio di tutto.

Ci si propone di riempire la valigia solo dell’indispensabile e poi, invece, ci si trova puntualmente a dover fare i conti con la mancanza di spazio in auto da destinare al bagaglio

Quando il viaggio ha luogo in aereo poi, le cose vanno peggio: in questo caso siamo chiamati a pesare al milligrammo la nostra valigia destinata ad essere portata in stiva.

Tra mille cose che, puntualmente, non utilizzeremo, quello a cui non pensiamo è l’occorrente per proteggere la nostra vista.

A difesa dei nostri occhi, se proprio va bene, portiamo con noi solo occhiali da sole.

In verità, occorrerebbe ben altro.

Ecco di seguito cosa davvero non può mancare nel nostro bagaglio in procinto di una partenza.

1. Colliri appositamente creati a difesa degli occhi

Con l’arrivo dei primi caldi estivi compriamo creme e prodotti di ogni genere per proteggere la pelle e i capelli dal sole, dimenticandoci però che anche gli occhi hanno bisogno di alcuni accorgimenti.

I nostri occhi sono, infatti, organi estremamente delicati molto esposti e particolarmente vulnerabili a fattori esterni.

Le palpebre e il film lacrimale, a noi donati da madre natura a difesa degli occhi verso l’ambiente esterno, non sempre sono sufficienti a schermare le radiazioni solari e l’azione dei raggi ultravioletti.

Meglio utilizzare, specialmente fuori casa, degli appositi colliri.

2. Occhialini per mare e piscina

L’acqua del mare e il cloro della piscina possono irritare gli occhi e favorire per di più le infezioni oculari. Sarebbe quindi preferibile, tanto al mare quanto in piscina, all’atto di fare il bagno, indossare gli occhialini.

Questo accorgimento dovrebbe invece essere perentorio per tutti coloro che indossano lenti a contatto. Questo vale soprattutto per la protezione dei bambini il cui cristallino non è ancora completamente formato.

3. Capellino, occhiali da sole e … numeri di emergenza

L’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti del sole potrebbe risultare dannosa a livello oculare esattamente come lo è per la pelle.

Purtroppo, il rischio è davvero moto sottovalutato: la scelta di ottimi occhiali da sole dovrebbe essere effettuata con estrema cura. Mai dimenticare un cappellino preferibilmente a visiera lunga.

Quello che più nuoce è l’esposizione in luoghi con molto riverbero, quindi proprio la spiaggia: qui si può essere vittima della cheratocongiuntivite attinica, un’infiammazione acuta che va a colpire sia la congiuntiva sia la cornea

I sintomi più comuni sono: lacrimazione, dolore a volte anche acuto, sensazione di sabbia negli occhi, gonfiore alle palpebre, vista annebbiata, più o meno ridotta. 

In presenza di questi sintomi è assolutamente sconsigliato toccare o strofinare gli occhi mentre è bene chiedere l’intervento dello specialista, senza perdere per altro troppo tempo.

Allo scopo, potrebbe rivelarsi utile portare con sé quello che nessuno mai ha l’accortezza di potare: i numeri di telefono per il soccorso medico in vista di queste possibili emergenze.

Per concludere, un consiglio: non indossate MAI occhiali da sole qualsiasi.

Quelli, infatti, non conformi alla regolamentazione europea possono rivelarsi addirittura più dannosi di quanto non lo sia il non indossarli per niente.