Iscriviti alla newsletter e approfitta
dei vantaggi!

AMMETROPIA ED AMETROPIA

Si dice ammetrope quell’occhio in cui i raggi che provengono da una distanza praticamente infinita vengono messi a fuoco sulla retina in condizioni di massima accomodazione negativa: la retina si trova esattamente a livello del fuoco principale dell’occhio.
In tutti gli altri casi l’occhio è ametrope.
Tre sono i tipi di ametropia: miopia, ipermetropia ed astigmatismo.

MIOPIA.
I raggi rifratti vanno a fuoco davanti alla retina; il diotro oculare equivale ad una lente positiva troppo forte rispetto alla lunghezza dell’occhio; la retina si trova dietro al fuoco principale posteriore dell’occhio.
Questa condizione si realizza:
a) quando il potere della cornea o del cristallino è superiore al normale;
b) Quando il cristallino è troppo vicino alla cornea e la camera anteriore è, quindi, più bassa della norma;
c) Quando il diametro anto-posteriore dell’occhio è superiore al normale.

IPERMETROPIA
I raggi rifratti vanno a fuoco dietro alla retina; il diotro oculare equivale ad una lente positiva troppo debole rispetto alla lunghezza dell’occhio; la retina si trova davanti al fuoco principale posteriore dell’occhio.
Questa condizione si realizza:
a) quando il potere della cornea o del cristallino è inferiore al normale;
b) quando il cristallino è troppo lontano dalla cornea, cioè quando la camera anteriore è più profonda della norma;
c) quando il diametro anto-posteriore dell’occhio è inferiore al normale;
d) quando il cristallino è assente (afachia).

ASTIGMATISMO
I raggi rifratti non si raccolgono in un punto ma formano un conoide di Sturm; il diottro oculare equivale ad una combinazione sfero-cilindrica.
Secondo la posizione che le linee focali del conoide di Sturm occupano rispetto alla retina, l’astigmatismo può essere semplice, composto o misto.
a) ASTIGMATISMO SEMPLICE. Una delle due linee focali cade sulla retina mentre l’altra è situata davanti(stigmatismo miopico semplice) o dietro ad essa (astigmatismo ipermetropico semplice.
b) ASTIGMATISMO COMPOSTO. Nessuna della due linee focali cade sulla retina; entrambe si collocano o davanti (astigmatismo miopico composto) o dietro ad essa (astigmatismo ipermetropico composto).
c) ASTIGMATISMO MISTO. Una della due linee focali cade davanti e l’altra dietro alla retina.

>