Iscriviti alla newsletter e approfitta
dei vantaggi!

4 aspetti da non trascurare nella scelta delle montature di occhiali per bambini

Il peggior errore che si possa commettere nella scelta delle montature di occhiali per bambini è quello di sottovalutarne l’importanza. I bambini presto cresceranno e la loro efficienza visiva muterà, dunque perché preoccuparsi tanto quando, a breve, gli occhiali saranno destinati a mutare?
Questa considerazione è assolutamente errata: assecondando un approccio medico-scientifico le montature degli occhiali possono fare davvero la differenza tra una buona visione futura ed una di tipo degenerativo.
Le montature devono poter rispondere alle principali esigenze dei bambini sia in termini di confort che estetico. La scelta va dunque condotta con estrema cura: è opportuno trovare il giusto equilibrio tra le esigenze specifiche del bambino, l’aspetto medico e l’estetica. Impresa non del tutto semplice, vero?
Le aspettative di noi genitori poi non sono meno rilevanti e vanno anch’esse a gravare sulla scelta degli occhiali “perfetti”. In ogni caso ci sono degli aspetti che non possono essere trascurati nella scelta delle montature che meglio rispondano alle esigenze dei nostri figli.
Scopriamone insieme qualcuno.
1. Leggerezza e flessibilità
Se le montature di metallo rispondono alla perfezione alle esigenze di noi adulti, lo stesso non vale per i nostri bambini. Salvo che non siano già grandicelli, una montatura in titanio, sia pur leggera e anallergica, mal si adatta all’utilizzo da parte dei più piccoli.
Esistono materiali altrettanto leggeri e molto flessibili in commercio, in grado di rispondere meglio alle esigenze di questi ultimi.

2. Resistenza dei materiali
Ai giorni d’oggi reperire un materiale che sia leggero ma allo stesso tempo robusto non è utopia: ne esistono alcuni, quale l’acetato, ed altri anche non convenzionali, realmente a prova di … bambino. Graffi ed urti: ecco contro cosa le montature sono in questo caso chiamate a resistere.
Si comprende bene come la scelta di un materiale piuttosto che di un altro possa davvero fare la differenza in termini di durata di un occhiale.

3. Comodità
Non dobbiamo mai dimenticare che l’attività primaria svolta dai bambini, specie più piccini, è rappresentata dal gioco.
Le montature da prediligere devono dunque risultare comode, i bambini devono poter indossare i propri occhiali senza neppure rendersi conto di averli.
Essi devono calzare alla perfezione al volto. Un consiglio: non soffermate la vostra attenzione solo sulla parte anteriore dell’occhiale.
Verificate piuttosto anche l’aspetto e la versatilità delle aste e dei naselli.

4. Gradevolezza estetica
Ebbene, la scelta delle montature, sul piano squisitamente estetico, può davvero trasformare l’aspetto dei nostri figli. Lo sguardo austero non è tipico di un bambino, dunque evitiamo di acquistare occhiali troppo seri.
La prima regola resta in ogni caso quella di assecondare al di sopra di tutti i gusti del bambino: sarà lui a dover indossare l’occhiale, sarà lui a dover sentirsi a suo agio, perché no, anche divertito da quest’esperienza che potrebbe rivelarsi per lui magica ed entusiasmante.

In base ad alcune recenti statistiche un bambino su cinque circa necessita di occhiali da vista.
Ogni bambino deve vivere l’impatto con gli occhiali in maniera positiva, sotto tutti i punti di vista, sia visivo che estetico.
Mettiamo sempre questa necessità al primo posto al momento dell’acquisto di nuove montature per i nostri bambini, per occhiali da sole o da vista che siano.

>