Iscriviti alla newsletter e approfitta
dei vantaggi!

Scelta delle lenti da vista: ecco le caratteristiche che non possono mancare

Se la scelta della montatura degli occhiali da vista si rivela complicata, stesso discorso non sembra valere, a volte, per le lenti da vista.

La nostra attenzione, in fase di acquisto, è tutta rivolta alle montature, dimenticando che, per quanto importanti siano, esse assolvono al ruolo di sorreggere le lenti, mentre sono proprio quest’ultime che ci consentono di vedere bene tutto quello che ci  circonda.

Molto spesso questa scelta viene deferita completamente all’ottico, il quale si limita  a fare, se ci va bene, un riepilogo complessivo delle caratteristiche delle lenti da vista che saranno destinate ad essere poste, per un bel po’ di tempo, a corredo dei nostri occhiali.

Ma, domandiamoci, non sarebbe preferibile essere noi stessi, in prima persona, a conoscenza delle caratteristiche delle nostre lenti da vista? La domanda è naturalmente retorica, perché certamente tutto quello che attiene alla nostra salute ci riguarda e come, ed è degno di conoscenza.

Allora ecco messe in rassegna le principali tipologie di lenti divise per materiali, rifrazione e trattamenti.

Materiali

Minerali, organiche, in policarbonato e trivex ... potevamo mai immaginare che le lenti da vista potessero essere realizzate con tutti questi materiali?

Per chi esige dalle proprie lenti da vista il massimo della resistenza, la scelta dovrà ricadere sulle lenti in policarbonato, mentre per chi predilige godere di lenti da vista molto trasparenti ed in grado di garantire una elevata qualità di visione sarà bene preferire la lente organica.

Le lenti in vetro, invece, devono rappresentare la scelta indiscussa di chi vuole ottenere indici di rifrazione molto alti e, per ultimo, le lenti da vista trivex, molto in voga negli ultimi tempi, garantiscono un’ottima protezione dai raggi UV, mantenendo un aspetto leggero e resistente, grazie alla loro resistenza, leggerezza e straordinaria qualità dal punto di vista ottico.

Trattamenti

E passiamo ora in rassegna i principali trattamenti che le lenti da vista possono subire di volta in volta a seconda delle necessità e preferenze dell’acquirente.

Come non menzionare, primo fra tutti, il trattamento antiriflesso, in grado di evitare l’effetto ombra cagionato dai raggi della luce. Grazie ad esso, chi ci osserva non scorge alcun riflesso e la visione che ne deriva  a vantaggio di chi le indossa è assolutamente nitida, impeccabile.

E cosa riguardo le lenti fotocromatiche? Anche esse rappresentano il prodotto di uno speciale trattamento al quale le lenti da vista possono essere sottoposte.

Chi, poi, non si è mai trovato dinanzi una lente magica, che si scurisce o schiarisce a seconda che sia battuta o meno da sole? Ecco, in quel caso ci siamo trovati dinanzi delle lenti fotocromatiche.

E per chi abbia a noia l’attecchimento di sporco e gocce d’acqua sulle lenti da vista, ecco uno speciale innovativo trattamento dal nome forse un po’ buffo: stiamo parlando del trattamento idrofobico … nessuna allusione a chi non tolleri la presenza di corpi estranei sui propri occhiali!

Rifrazioni

Quando si parla di rifrazione è bene fare un passo indietro e lasciare spazio alle competenze dell’ottico. In effetti, l’indice di rifrazione delle lenti da vista, già arduo a spiegare, immaginiamo a scegliere, è influenzata da una serie di fattori che concorrono tra loro: montatura, esigenze di chi le indossa e tipologia di difetto visivo a pari merito orientano la scelta dell’uno o dell’altro indice di rifrazione.

Certamente è importante che la scelta dell’indice di rifrazione delle lenti da vista sia orientata anche in base al budget di colui che è chiamato ad indossarle: se è vero infatti che, tanto più alto è l’indice di rifrazione tanto migliore è l’aspetto estetico della lente, è altrettanto vero che in questo caso i costi lievitano sensibilmente.

La conoscenza di tutti questi elementi gioca un ruolo essenziale nella scelta delle lenti da vista più  rispondenti alle proprie esigenze. Non dimentichiamo però che tanto non esime il consumatore dalla necessità di avvalersi dei pareri dell’ottico e, ancor di più, di quelli del medico oculista, chiamato a valutare prima di ogni altra cosa, la salute degli occhi, perché, è bene non dimenticarlo, gli occhiali da vista sono pensati e concepiti proprio a servizio di quest’ultima.