Iscriviti alla newsletter e approfitta
dei vantaggi!

La vista dei bambini: tutti gli accorgimenti da predisporre per preservarla al meglio

Si tratta di un dato tanto allarmante quanto, purtroppo, realistico: la vista dei bambini è compromessa e/o messa a serio rischio da problemi di ogni genere, situazione questa che non deve, da parte dei genitori, comunque, essere vissuta con eccessiva preoccupazione, considerato che la tecnologia ha messo a punto moderni occhiali per i più piccoli, appositamente studiati per loro, in grado di favorire e migliorare le loro capacità visive.

Ma come rendersi conto se la vista dei bambini di fatto necessita dell’ausilio di occhiali

Scopriamolo insieme.

I campanelli di allarme che non vanno sottovalutati

I problemi alla vista dei bambini, purtroppo, sono molto frequenti, oggi più che mai, specie nei loro primi anni di vita.

La buona notizia è che però ogni disturbo che può andare a minacciare la vista dei bambini reca con sé alcuni campanelli d'allarme.

In generale bisogna stare molto attenti in presenza di bruciore, lacrimazione eccessiva, rossore, stanchezza e mal di testa frequenti, o, ancora, quando il piccolo nutre necessità di strizzare e stropicciare gli occhi per concentrarsi, o quando avverte un senso di pesantezza alle palpebre.

I più comuni disturbi a carico della vista dei bambini

Occhio pigro, astigmatismo, miopia, strabismo: ecco solo alcune delle patologie che possono andare a minacciare la vista dei bambini.

Si tratta di problematiche tutti risolvibili, l’ideale sarebbe però avvedersi della relativa esistenza il prima possibile, così da evitare che esse degenerino. Ecco perché è essenziale conoscere modalità e caratteristiche con le quali esse si rendono manifeste. 

Visione strabica

Anche noto come strabismo, la visione strabica rappresenta una patologia che può gravare sulla vista dei bambini già dalla nascita. Ciò che ne deriva è che nel cervello sono generate due immagini diverse, una delle quali, essendo confusa, viene rimossa dallo stesso con l’effetto di generare un difetto visivo non trascurabile.

Ipermetropia

Trattasi di una patologia che si manifesta con un grande sforzo da parte della vista dei bambini, per cercare di vedere le cose più vicine. Mal di testa, agitazione e tendenza a stancarsi facilmente, arrossamento degli occhi, difficoltà nella concentrazione, quando il bambino legge o scrive: ecco solo alcuni dei sintomi che possono manifestarsi in capo ad un bimbo affetto da questa patologia visiva.

Miopia

I bambini che sono affetti da miopia, esattamente come accade negli adulti, hanno difficoltà a vedere programmi in televisione, oggetti e scritte presenti a lunga distanza o quanto scritto sulla lavagna della scuola. Questi bambini tendono a strizzare gli occhi più di frequente di quanto accada normalmente, e a sbattere spesso le palpebre: si tratta di un riflesso incondizionato dovuto alla necessità di compensare le loro difficoltà a scorgere immagini lontane.

Astigmatismo

Anche questo problema può inficiare la regolare vista dei bambini, a causa di un’irregolare curvatura della cornea che genera una visione confusa e distorta. In base alla gravità di tale irregolarità, il bambino vede gli oggetti con trasmissioni lineari che sono più o meno distorte.

Grazie ad una tempestiva diagnosi, alla quale deve fare da corredo un’altrettanta tempestiva cura, si possono ottenere risultati eccellenti e riportare alla normalità la vista dei bambini, specie nel caso di neonati per i quali una repentina visita di controllo entro i primi mesi può essere illuminante e risolutiva in presenza di eventuali problematiche. 

Il consiglio è quello di sottoporre il bambino a visite ogni quattro mesi per i primi due anni di vita, in modo tale che l’apparato visivo si sviluppi correttamente, magari con l’ausilio di occhiali da vista adeguati, evitando così l'innescarsi di problemi più gravi.