YOU HAVE REACHED A WEBSITE WHERE YOU CAN BUY YOUR PRESCRIPTION GLASSES DISCOUNTED UP TO 70%. CLICK HERE TO START YOUR NAVIGATION.

News » How often should we need to replace our prescription lenses?

How often should we need to replace our prescription lenses?

Urti più o meno violenti, una scarsa manutenzione, pulizie chimiche ed invadenti, abitudini sbagliate come cattive consigliere possono incrinare il potere correttivo delle lenti che va comunque ad indebolirsi perché il tempo fa il suo decorso.

Anche il fattore età contribuisce: in fase di sviluppo e di crescita avere una lente in perfetto stato non è una garanzia perché un’eventuale miopia giovanile, ad esempio, può andare a peggiorare a più riprese e più velocemente che in età adulta.

E il cambio delle lenti degli occhiali risulta un’azione molto più frequente e un ottimo pretesto per collezionare montature al passo coi tempi che più tardi ci rimanderanno un\'immagine piuttosto nostalgica.

Allo stesso modo, nella fase della maturità si va incontro ad altri mutamenti dovuti al fisiologico invecchiamento della cornea o del cristallino: non si è esenti dunque dal dovere di verifica anche se non si accetta l\'avanzare degli anni.

Lo studio e il lavoro che svolgiamo possono avere la loro parte: se trascorriamo ore davanti al computer o leggiamo molto è più probabile che necessitiamo di più accertamenti.

Affidarsi ai propri sensi, che tu sia miope, astigmatico o ipermetrope, giovanissimo o non più un diciottenne da tempo, non è poi così sbagliato e nemmeno inappropriato visto che di un senso si parla, oltretutto tra i più affascinanti del corpo umano: nel momento in cui si avverte un piccolo cambiamento nella visione nitida che prima assicuravano le nostre lenti è bene cominciare a pensare ad una loro possibile sostituzione, anche se le abbiamo comprate neanche un anno prima.

Non esiste, direbbero gli esperti, una scadenza da rispettare uguale per tutti ma, se dobbiamo darci un tempo, ogni 365 giorni potremmo avviare almeno una piccola revisione, che non fa mai male.

L’oculista dal suo canto ci ripete infatti di andare periodicamente a controllo perché è questa in genere la buona condotta del paziente responsabile. Per chi ha un\'ametropia conclamata ed indossa gli occhiali, i tempi tra una visita e l’altra inevitabilmente si accorciano. Ricordiamoci che sotto esame non vi è solo la salute dei nostri occhi, ma anche quella delle lenti che se risultato anche solo un po\' graffiate o rigate devono essere cambiate.

Non c\'è altra soluzione, e se vogliamo inventarla, si rivelerebbe col tempo soltanto dannosa.

How often should we need to replace our prescription lenses?

Shock more or less violent, poor maintenance, chemical and intrusive cleaning, bad habits such as poor advisor can crack the corrective power of the lens that is still to be weakened because time does its course.

The age factor helps: in development and growth have a lens in perfect condition is not a guarantee that a possible juvenile myopia, for example, can go to get worse in many and faster than in adulthood.

And the change of the lenses is an action far more frequent and an excellent opportunity to collect up-to-frames that later we will postpone a rather nostalgic.

Similarly, at the stage of maturity we undergo other changes due to physiological aging of the cornea or the lens: it is not therefore exempt from having to verify whether or not you accept the advancing years.

The study and the work we do can have their part if we spend hours at the computer or read a lot are more likely to need several investigations.

Rely on their senses, you\'re myopic, hyperopic or astigmatic, or no longer a young eighteen year long, it is not that wrong and inappropriate even as a sense we speak, moreover among the most fascinating of the human body: the time in which it experiences little change in the clear vision that first made sure our lenses is good to start thinking about their possible replacement, although we bought less than a year before.

There is, say the experts, a deadline to meet the same for everyone, but if we have to give us a time, every 365 days at least we could start a small revision, which never hurts.

The ophthalmologist meanwhile he in fact repeats to go regularly to check because this is generally good conduct of responsible patient. For those who have full-blown ametropia and wears glasses, the time between a visit and another inevitably get shorter. Let us remember that under consideration there is only the health of our eyes, but also that of lenses that result if even just a little \'scratched or scored must be changed.

There is no other solution, and if we want to invent it, would prove harmful only with time.

Other news