Iscriviti alla newsletter e approfitta
dei vantaggi!

Il freddo fa male agli occhi? Cerchiamo di capirne di più

Sembra che l’abitudine di proteggere gli occhi durante l’estate si sia, per fortuna, consolidata tra tutti noi, ma, pochi si pongono questo interrogativo: “il freddo fa male agli occhi”?

Se è vero che i raggi solari possono rappresentare una minaccia, è altrettanto vero che dovremmo cominciare a pensare che gli occhi vadano protetti anche nella stagione invernale.

Vento ed aria fredda possono, infatti, provocare i disturbi più disparati agli occhi, tra questi: rossore, soprattutto alle parti basse del bulbo oculare, e dolore manifesto, in modo particolare, al tatto.

Temperature rigide e sindrome dell’occhio secco: esiste un nesso?

Secondo studi recenti, il freddo fa male agli occhi: questi ultimi possono risentire dell’abbassamento delle temperature divenendo “vittime” della cosiddetta sindrome dell’occhio secco.

Con sindrome dell’occhio secco ci si riferisce a quell’alterazione dell’equilibrio che regola la secrezione e la distribuzione del film lacrimale. Quando, appunto, si altera la quantità di lacrime o tende a peggiorarne la qualità stessa, l’occhio tende a seccarsi in quanto non ne viene più lubrificata la sua superficie esterna.

I sintomi più evidenti sono rappresentati da bruciore, arrossamento oculare e fastidio alla luce, difficoltà di apertura delle palpebre, soprattutto al risveglio, e annebbiamento visivo.

Il freddo fa male anche alla cornea?

Con il freddo, anche la cornea diventa meno reattiva, con l’effetto che l’occhio inizia ad accusare una maggiore fatica nella visione. Il freddo fa male agli occhi e, in questo caso, questi ultimi ci fanno avvertire la sensazione di “vederci male” causata proprio dallo stress a cui essi sono sottoposti.

In condizioni di abbassamento delle temperature, è, quindi, opportuno proteggere gli occhi con lenti adeguate, dotate degli specifici certificati di conformità.

Ma il freddo fa male agli occhi anche indirettamente: ciò accade quando, per esempio, le temperature rigide vanno a peggiorare lo status di alcune patologie che non sono direttamente collegate alle basse temperature.

Ne è un esempio la congiuntivite, che può essere provocata dalla infiammazione delle vie aeree.

Freddo agli occhi e danni vascolari

Il freddo fa male agli occhi anche dal punto di vista vascolare: un colpo d’aria può anche causare una vasocostrizione, provocando lesioni alla parete vascolare.

Al seguito, è possibile che abbia luogo un’emorragia simile a quella che si verifica per effetto di sforzi improvvisi, fragilità vasali o assunzione di determinati farmaci.

In queste situazioni, in presenza, in particolare, di una chiazza rossa, è opportuna una visita specialistica.

Per prevenire o ridurre la possibilità di dover affrontare queste situazioni, come si immagina, abbastanza allarmanti, è bene adottare delle misure, anche semplici, per affrontare le giornate particolarmente fredde e ventilate perché, ricordiamolo, il freddo fa male agli occhi.

Piccoli accorgimenti per contrastare il freddo agli occhi

Se è vero che il freddo fa male agli occhi è però sufficiente utilizzare piccoli accorgimenti per evitarne potenziali rischi alla nostra salute visiva:

Indossiamo occhiali scuri e protettivi per evitare una lacrimazione eccessiva;

Anche in montagna avvaliamoci di occhiali di qualità certificata, con lenti schermanti ad altissima protezione UV

Se ci spostiamo in moto anche d’inverno è bene usare sempre la visiera del casco abbassata.

Coloro che portano occhiali dovrebbero utilizzare, poi, dei prodotti specifici per evitare che si formi la condensa al passaggio da un ambiente caldo ad uno molto freddo.

Ma questo, in ultima analisi, è solo un piccolo accorgimento di carattere prettamente estetico.

Il freddo fa male agli occhi. Cerchiamo dunque di non sottovalutarne il pericolo.