Iscriviti alla newsletter e approfitta
dei vantaggi!

Problemi agli occhi in inverno: come difenderci dai danni del freddo

L'inverno è la stagione ideale per chi ama fare le vacanze sulla neve, ma è anche la stagione delle precipitazioni e delle temperature rigide. Ebbene, tutte queste condizioni possono creare problemi agli occhi in inverno.

È doveroso prendere provvedimenti a tutela dei nostri occhi non meno di quanto facciamo per tutto il resto del nostro organismo.

Nella fredda stagione ci proteggiamo con indumenti adeguati, riscaldiamo le nostre case e i nostri uffici, evitiamo gli sbalzi di temperatura, ma trascuriamo decisamente la salute dei nostri occhi.

Sì, perché in fondo, i rischi agli occhi non ci sembrano seri come i problemi che possono derivare da una strada ghiacciata o da una mattinata piovosa: in realtà, l’inverno può rappresentare anche per i nostri occhi una seria minaccia.

Dunque, quali sono i principali problemi agli occhi in inverno?

Un’esaustiva rassegna può aiutarci non poco a proteggerli adeguatamente.

 

1. Secchezza oculare

I venti freddi possono concretizzare una delle principali e più frequenti cause dei problemi agli occhi in inverno. Tra questi la secchezza.

L’incontro tra aria esterna fredda e aria interna riscaldata molto spesso genera un difetto di umidità rispetto ad altri ambienti. Queste situazioni oltre a causare secchezza della pelle e labbra screpolate, sono causa di secchezza degli occhi, con conseguenze varie come bruciore, sensazione di sentire granelli di sabbia sotto le palpebre, ecc.

Il consiglio è, in questo caso, quello di aumentare l’assunzione di Omega 3, di tenere in casa un umidificatore per migliorare la qualità dell’aria interna e, naturalmente, utilizzare degli occhiali adeguati a protezione del vento e del freddo.

2. Difetto di lacrimazione (in eccesso o in difetto)

Mentre alcune persone avvertono in inverno difetto di lacrimazione, altre hanno il problema opposto. L’eccessiva lacrimazione è causata dall’aria fredda, dal vento o dalle allergie stagionali.

Se la lacrimazione è eccessiva anche quando siamo in casa è opportuna, dietro parere dell’oculista, la prescrizione di un farmaco antiallergico e di un collirio appropriato.

Contro il vento che soffia in strada bisogna proteggere gli occhi indossando occhiali protettivi o occhiali da sole.

3. Sensibilità alla luce

Uno dei problemi agli occhi in inverno tra i più insospettabili è causato dalla prassi di sottovalutare la presenza di luce eccessiva. I cieli, in questa buia stagione, possono sembrare cupi, ma, tante volte, neve e ghiaccio creano superfici riflettenti che possono aumentare notevolmente la quantità di luce. 

In queste situazioni l'esposizione può causare fastidio o dolore oculare, ripetuta contrazione delle palpebre ed altre reazioni spontanee dettate dal tentativo, anche inconsapevole, di evitare la luce.

Durante l’inverno, alcuni individui sviluppano una nuova sensibilità alla luce a causa di una condizione nota come "cecità da neve”. È doveroso quindi proteggere sempre gli occhi quando si va all'aperto, qualsiasi sia l’attività che si compie.

4. Arrossamento e danni dei raggi uva

L’eccessiva esposizione alla luce, senza adeguati occhiali da protezione, può danneggiare gli occhi, cagionando, solo a titolo di esempio, arrossamento. Quando sei all’aperto o se ti piacciono gli sport invernali come lo sci e lo slittino, indossa sempre occhiali protettivi. 

La protezione UVA è certamente la caratteristica più importante di un buon occhiale da sole.

Fondamentale è assicurarsi che quello scelto monti lenti marcate CE.

Questa condizione, infatti, garantisce il rispetto degli standard di sicurezza imposti dalla Comunità Europea. 

Aumento di luce non avvertita, diminuzione dell'umidità, temperatura fredda, riflessi di luce possono condurre anche a gravi problemi agli occhi in inverno.

Il consiglio è quello di non sottovalutarli, anche perché i vasi sanguigni all'interno degli occhi in questa stagione possono andare a restringersi fino a cagionare problemi alla vista anche molto seri.