Iscriviti alla newsletter e approfitta
dei vantaggi!

Botulino sotto gli occhi: può recare danni alla vista?

Le iniezioni di botulino si sono rivelate  un vero e proprio boom nel settore della dermatologia e della chirurgia estetica.

A questa sostanza sono state attribuite capacità straordinarie quanto alla possibilità di eliminare/ridurre la comparsa di rughe, in particolare intorno agli occhi e alla bocca. 

A questo punto, in molti hanno iniziato a chiedersi se esse fossero altresì in grado di ridurre anche le occhiaie e le borse sotto gli occhi, con il pericolo, dunque, di andare a coinvolgere in modo ancora più massiccio e frequente la zona oculare.

In merito a questo coinvolgimento, i medici sono abbastanza prudenti, e avvertono: il botulino potrebbe far male agli occhi. Quali sono i rischi che si incorrono, dunque, nei casi in cui si voglia utilizzare questa potente sostanza nella zona oculare?

Ecco alcune risposte, ma prima, cerchiamo di capire le dinamiche sottese all’utilizzo delle iniezioni di botulino.

Il ruolo del botulino nella chirurgia estetica

In chirurgia estetica, il botulino -anche noto come botox- è iniettato nei muscoli mimici del viso, provocando una riduzione nella contrazione dei muscoli.

È a questa riduzione delle contrazioni che è associata un’attenuazione delle rughe d’espressione.

Grazie a queste sue caratteristiche le iniezioni di botulino sono in grado di ridurre temporaneamente le rughe naturalmente presenti sulla zona della fronte, degli occhi, intorno alle labbra.

Una fiale di botulino contiene tre ingredienti principali: la tossina botulinica di tipo A, il cloruro di sodio e l'albumina umana. Il principio attivo, che ha l'effetto maggiore, è proprio quello contenuto nella prima, ossia nella tossina botulinica A.

Iniettato nei muscoli, il botox, come anticipato, blocca gli impulsi nervosi che causano la contrazione del muscolo, che, non potendo muoversi, tende a ridurre la comparsa di “linee” dovute ai piegamenti della pelle.

Il botulino non è un rimedio definitivo per le rughe. Generalmente tra i 3 ed i 6 mesi, infatti, il principio attivo che ne è alla base tende a perdere efficacia e, a quel punto, saranno necessarie ulteriori iniezioni per mantenere nel tempo i risultati.

Botulino intorno agli occhi: efficacia e rischi

Una premessa si rende, innanzitutto, necessaria: le iniezioni di botulino, se impiegate per il trattamento di borse o occhiaie sotto gli occhi, al momento, non permettono risultati realmente apprezzabili.

Cosa in merito alle possibili complicanze che possono manifestarsi nella zona oculare?

Il trattamento di botulino sarebbe da evitare, almeno nella zona oculare.

In corrispondenza dei punti di infiltrazione il trattamento con la tossina botulinica può, infatti, comportare pruriti, arrossamenti e l’insorgenza di lividi.

È possibile anche che si verifichino effetti collaterali, come il mal di testa e fenomeni di malessere generale. In alcuni casi, si può verificare un indesiderato indebolimento di un muscolo, con il rischio che si verifichi la ptosi palpebrale, ad esempio.

E’ bene ricordare che al momento non esistono studi che possano negare l’insorgenza di possibili problematiche sulla salute a lungo termine nell’utilizzo di tale tossina, quindi, specie i soggetti con manifestazioni oculari quali irritazione, bruciori agli occhi, sensibilità oculare, ecc. dovrebbero tenere in conto anche gli eventuali rischi, oltre ai benefici in termini di estetica garantiti da questo trattamento.